L’avvento e lo sviluppo tecnologico degli ultimi decenni, ma in particolar modo quello degli ultimi anni, ha caratterizzato lo sviluppo adolescenziale di tutti noi.
Con una console e un joystick in mano abbiamo scoperto un mondo che fino a qualche tempo fa sembrava a dir poco utopico: ipotizzare battaglie nefaste a Call of Duty, fare partite epocali a FIFA o PES che sia con amici e quant’altro. Chi lo avrebbe mai detto?
Eppure vent’anni fa c’erano i primi segnali ma sembravano dover rimanere tali: bastava infatti collegare un secondo joystick alla console principale e dare il via alla battaglia. In un secondo momento furono inventati gli ampliamenti per gli slot dei joystick che passarono da due a quattro. E dopo? L’avvento del mondo dell’online ha stravolto tutto e tutti: è possibile sfidare un qualsiasi soggetto in qualsiasi parte del mondo, in tempo reale, senza problema alcuno mettendo in mostra le nostre capacità. Chi lo avrebbe mai detto?

Il problema della connessione

L’unico grande problema del mondo del gioco via etere risiede nella connessione internet. Spesso non risulta sufficiente adoperarsi con la migliore configurazione di PC o stipulare il miglior contratto con la compagnia telefonica più in voga del momento (a tal proposito, se possiamo, vi consigliamo vivamente di usufruire della connessione e del modem Fastweb che in termini di quantità e qualità è una spanna sopra tutti) bensì bisogna adoperarsi anche per eseguire una perfetta configurazione del router stesso. Come si fa?
In genere prima di fare questo grande passo bisogna accertarsi che vi siano dei problemi di comunicazione tra il nostro modem e la nostra console: per fare questo basta accedere in qualsiasi sito di speedtest e monitorare alcuni parametri: in genere a farla da padrone sono l’upload (dati in uscita), il download (dati in entrata) e il Ping. Da non trascurare, anche se spesso lo si fa, è il valore dei ms che rappresenta la latenza effettiva nella comunicazione. Più alto sarà il valore più alto sarà il tempo di reazione. In altre parole significa lag assicurato.

Connessione modem a cascata

Una soluzione, in ogni caso, potrebbe essere quella della connessione dei modem a cascata. Questa configurazione, in genere realizzata quando non è possibile sostituire il modem principale fornito dalla compagnia telefonica, permette di collegare un secondo router al primo in modo tale da rinforzare la potenza del canale. Il procedimento, comunque, è relativamente semplice: di base basta collegare il tutto in modo accurato mediante cavetti LAN e il gioco è fatto. Bisogna ovviamente modificare qualche piccolo parametro, ma nulla di trascendentale. Buon divertimento.